Eccellenze Italiane,  Innovazione,  LifeScience,  Medicina

Life Science Excellence Awards: La parola ai protagonisti

Nell’ultima fase dei Life Science Excellence Awards 2019, le 120 eccellenze che hanno ricevuto il premio durante la serata del 23 ottobre, si sono sfidate divise in categorie per consentire a medici e farmacisti di valutare i loro progetti. Ne è nata una campagna di comunicazione durata più di 4 mesi che ha raggiunto oltre 7 milioni di contatti attraverso Quotidiano Sanità, Popular Science e Health Industry e poco meno di 500mila utenti attraverso i profili social delle stesse riviste. Nel complesso, hanno votato oltre 14mila professionisti della salute. Msd per il comparto farmaceutico e Medtronic per quello dei medical device le aziende più premiate fra le due fasi del premio, subito seguite da Sanofi e Roche. Bene le italiane con Chiesi, Polifarma e Molteni che ottengono riconoscimenti sia nella prima fase che nella seconda.

Una serata all’insegna della scienza e dell’allegria per festeggiare i vincitori della prima edizione dei Life Science Excellence Awards 2019 organizzati da Sics – Società Italiana di Comunicazione Scientifica e Sanitaria. Oltre 300 persone fra rappresentanti delle istituzioni, scienziati e manager si sono date appuntamento lo scorso 23 ottobre a Roma per partecipare alla tappa finale della prima edizione del premio promosso da Popular Science.

La serata di premiazione, organizzata con il patrocinio di Farmindustria, Confindustria Dispositivi Medici, Assobiotec e Assogenerici, ha visto anche quattro riconoscimenti speciali decisi dalla giuria. A Piero Angela il premio alla carriera per la divulgazione scientifica. Al professor Giorgio Menischincheri il premio per la migliore campagna di prevenzione indipendente grazie all’iniziativa Tennis&Friends. A Thibaud Eckenschwiller, Ceo di Ipsen, il premio per l’etica nel management e a Davide Bottalico di Takeda il premio quale Excellence Digital Innovator.